chi sono - Scriveresognare

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mi chiamo  Gabriella Currado e sono una persona come tante.
Sono nata nel 1957 a Torino, dove vivo e  lavoro  come assistente tecnica in una scuola.
Posso dire di aver cominciato a scrivere da quando so tenere la penna in mano. Fin da quando ero bambina.
Da allora ho sempre scritto un po’ di tutto: poesie, testi di canzoni, riflessioni, diari, racconti. Ho riempito centinaia di quaderni, migliaia di fogli e, più recentemente, cartelle e file digitali (anche se continuo a prediligere la scrittura a mano, con le mie  stupende penne stilografiche, che adoro….).

E continuo a farlo anche adesso, ancora più intensamente di  prima.
La scrittura è stata da sempre il mio angelo custode, e so che lo sarà fino al mio ultimo giorno di vita.  Senza questo angelo accanto la mia esistenza sarebbe stata sicuramente molto diversa. Sicuramente molto più triste.
Scrivere è alla portata di tutti. Basta avere voglia di farlo.
Non occorre  una cultura particolare, né alcun titolo di studio. Non occorre frequentare corsi , né osservare regole. Non occorre  ricamare frasi particolarmente poetiche o raffinate. Anzi, più le parole sono semplici,  più arrivano dirette al cuore di chi legge. Non occorre seguire uno stile particolare. Puoi farlo a qualsiasi età.
L’unica cosa indispensabile è la spontaneità. Devi scrivere solo per te stesso, senza cercare l’approvazione di nessuno. Se lo farai per piacere agli altri, per cercare lodi o per imitare qualcuno, la tua scrittura sarà solo  sterile manierismo. Potrai produrre cose anche carine, ma senza il minimo valore.
Ma se scoprirai che scrivere ti fa stare bene e che ogni volta che lo fai, sulle pagine di quel quaderno o dentro lo schermo di quel computer, lasci un po’ della tua anima e della tua vita, beh, allora sei già uno scrittore e non hai bisogno di nessun altro riconoscimento e di
nessun’altra investitura.
Poco per volta ti accorgerai di avere uno stile solo tuo, diverso da qualunque altro.
Non importa se userai metafore poetiche, parole scarne, di ogni giorno, o persino parolacce. L’importante è che, dentro quelle parole, ci sia tu. Con tutti i tuoi sogni, la tua vita, le tue sofferenze, i tuoi limiti, la tua creatività. Anche la tua rabbia.
Potrai anche tentare, se sarai abbastanza motivato, la strada tortuosa della pubblicazione di un tuo libro. Ma dovrai armarti di molta pazienza, molto scetticismo e in alcuni casi, anche di molti soldi. Infatti, molti editori pubblicano solo a pagamento.
Ma, ripeto, non è questo l’importante. Non hai  bisogno di pubblicare per sentirti uno scrittore. Per godere di questa grande bellezza e di questa grande emozione che la vita ti può offrire.
Se qualcuno vorrà contattarmi, posso dare qualche consiglio in proposito.


 Ma, come ogni altra cosa, la scrittura non deve diventare il pretesto per chiudersi in se stessi, diventare sterile narcisismo. Dev’essere un’energia che si trasmette agli altri, qualcosa da condividere. Non puoi continuare a scrivere senza sentire, prima o poi, il desiderio di far leggere a qualcuno le tue opere.
Ma, come ho già detto, le strade della pubblicazione spesso sono lunghe e tortuose. E su queste strade, puoi rischiare di perderti e scoraggiarti, se non sei sufficientemente motivato ad andare avanti, e superare ogni ostacolo.
Da queste considerazioni prende spunto l’idea di questo mio modestissimo sito web.
Uno spazio che non sia solo di mia espressione personale, ma anche di condivisione, per chiunque abbia il desiderio di usufruirne.
Sarò ben lieta di ospitare, nella sezione “ le vostre opere”, gli scritti ( poesie, riflessioni, brevi racconti, o anche commenti di qualsiasi tipo) che mi saranno inviate tramite la sezione “contatti” non prima, però di aver sottoscritto l’accettazione di un piccolo regolamento che ho introdotto per una questione di correttezza normativa e legale.
So che ci sono già molti siti che permettono la pubblicazione immediata di poesie e racconti brevi. Questo sito vuole solo essere un’occasione in più.
Non mi resta altro che augurarvi buona navigazione, e ringraziarvi per la vostra attenzione.

Torna ai contenuti | Torna al menu